Facendosi tatuare si possono contrarre malattie?

Se l'operatore segue attentamente le norme di prevenzione contro le infezioni dirette e le infezioni incrociate è praticamente impossibile contrarre malattie infettive durante l'esecuzione del tatuaggio.

Rimane naturalmente il rischio della cura, aggiungere crema con le mani sporche, non tenerlo coperto nei primi giorni, scambiarsi la crema con gli amici, può portare a infezioni di varia gravità.

Ulteriore rischio teorico è dato dalla possibilità di un errore durante la produzione in fabbrica del materiale sterile. I questi casi gli operatori, a parte cercare di usare materiale di provenienza sicura, non hanno nessun controllo. Per cui è importante la tracciabilità di tutto il materiale ove possibile, in modo da potersi rivalere sui fornitori.