Quanto costa un tatuaggio?

Il prezzo di un tatuaggio dipende da molti fattori, il materiale utilizzato, i tipi di aghi e relativi puntali, il numero di colori necessari , la dimensione la complessità che sono necessari per il disegno prescelto e la posizione sul corpo. Se il disegno ha righe di diverso spessore vaste zone di colore uniforme e piccole zone sfumate, il numero di aghi necessari sara consistente.

Altri fattori sono l'esperienza dell'esecutore, non solo l'abilità artistica ma anche la capacita di saper riconoscere i tipi di pelle e quindi come trattarli ,le forme del corpo e dei muscoli. Ultimo fattore da tenere in considerazione: le competenze sanitarie e normative per garantire la sicurezza necessaria.

Ultimamente sta assumendo sempre più importanza l'aspetto burocratico formale, tracciabilità dei materiali certificazioni di sterilità e di atossicità degli stessi. Tutto questo ha un costo.

Si parte da un prezzo minimo dato da tutti questi fattori più i costi di gestione affitto tasse utenze, che viene incrementato in base al tempo di esecuzione, per lavori da fare in più sedute si usa una tariffa oraria.


Il tatuaggio si puo' rimuovere?

La rimozione di un tatuaggio è competenza ospedaliera, richiede interventi chirurgici di lieve o media entità.
Le metodologie sono varie, dall'acido corrosivo alla dermo abrasione, la chirurgia plastica, il dermografo, i vari tipi di laser.

Spesso tutti questi metodi lasciano visibili cicatrici e non rimuovono tutto il pigmento lasciando traccie o macchie di colore su cui non è più possibile intervenire ulteriormente, nel caso in cui si formato un cheloide.

Per quanto riguarda il laser sembra che l'unione europea l'abbia proibito a causa della possibile creazione di ammine cancerogene dovute alla decomposizione del colore tramite irradiazione, le quali, non essendo la pelle rimossa dall'intervento, non trovano sfogo verso l'esterno e vengono cosi assorbite dal corpo ;tutti questi metodi non possono essere applicati a zone quali il collo e il viso.


Il tatuaggio è doloroso?

Il dolore ovviamente è soggettivo e dipende dalla soglia individuale. Non esistono metodi per evitarlo ma è fondamentale rilassarsi e non pensarci troppo poiché spesso a fare la differenza è la paura di sentire male a trasformare un semplice fastidio in dolore vero e proprio.


I tatuaggi hanno un significato?

Tatuaggio significa per sempre. A livello simbolico iconografico ecc. tutto e niente può avere un significato.

 I significati variano da cultura a cultura e di epoca in epoca, 20 anni fa il tatuaggio in italia significava galera, oggi è comunemente accettato.

Ad esempio il crisantemo in italia si usa per i funerali, in Giappone per i matrimoni.


Il decorso post seduta prevede regole specifiche da seguire?

Più che regole si tratta di buone norme di comportamento necessarie ad ottenere una guarigione corretta.

 Subito dopo la seduta e la mattina seguente è consigliato lavare accuratamente la parte trattata, e cospargerla di Bepanthenol.

Importantissimo: ricordarsi di non usare mai bende e garze ma solo cotone, non utilizzare mai disinfettanti, evitare di bagnarlo e proteggerlo il più possibile dal sole e lampade abbronzanti che potrebbero alterare i pigmenti.


In quanto tempo guarisce il tatuaggio?

I tempi di guarigione sono individuali. Dipendono dallo stato di salute del corpo e dalla cura applicata.

 Mediamente si parla di circa una settimana prima di poterlo lavare normalmente e di poter applicare uno schermo solare in caso di esposizione allo stesso per poi vederlo bene è necesario aspettare circa un mese, idratandolo dopo i lavaggi a pelle bagnata..

Le crosticine sono normali?

Se dopo qualche giorno dalla seduta noti delle crosticine su tutta la parte trattata, non temere è del tutto normale, fa parte del processo di guarigione.

La cosa da fare è massaggiare con decisione la parte (senza grattare) in modo da rimuoverle delicatamente e successivamente idratare bene con una crema in modo da nutrire la pelle.